Interrogazione in riva al mare

𝐈𝐧𝐜𝐫𝐞𝐝𝐢𝐛𝐢𝐥𝐞 𝐪𝐮𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐜𝐨𝐬𝐞 𝐬𝐢 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐟𝐚𝐫𝐞 𝐚 𝐧𝐨𝐯𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞 𝐚𝐥 𝐦𝐚𝐫𝐞…

La nostra Sicilia è, da ieri, #zonaarancione ma questo non ci vieta di uscire un po’ e stare all’aria aperta. Cosa che, oltretutto, noi amiamo particolarmente.

Fortunatamente dalle nostre parti il clima è mite e oggi, nonostante tutto, sembrava una calda mattina primaverile. Così, armati di jeans e scarpe da tennis, siamo andati in spiaggia. E, tra un lancio di pietre e una passeggiata a piedi nudi sul bagnasciuga, abbiamo visto quante cose si possono fare. 

C’erano degli anziani signori che nuotavano con boccaglio e occhialini (stoici!), dei ragazzi che facevano windsurf, altri che pescavano. 

E allora è partita “l’interrogazione”: cosa fanno? Quale strumento si usa per pescare? E cosa si pesca qui? (Ammettiamo che, non di rado, per dare tutte le giuste risposte e quindi insegnare adeguatamente, noi genitori per primi andiamo a farci una bella ripassata. Perché fino alla “canna da pesca” ci siamo ma sulle specie che si pescano nel nostro mare, bè proprio precisissimi rischiamo di non essere senza una bella googlata!)


Ora, queste cose si imparano anche in terza elementare seduti al banco in classe guardando immagini su un libro, ma volete mettere che cosa bella è apprendere osservando, frequentando, assistendo direttamente alla vita vera del mondo che ci circonda? 

A noi piace proprio e, più avanti andiamo, più crediamo sia la strada più giusta!

Scelte d’istruzione o free vax?

L’istruzione parentale è una scelta! Una scelta che non deve essere accostata, nei limiti del possibile, alla situazione pandemica che, da ormai due...

Homeschooling, vax e DAD

Piccola ma importante premessa: l’istruzione parentale/homeschooling, non nasce, non vive e non continuerà ad essere in quanto entità che si pone contro ad...